Identità

Che tutti i viandanti aprano le strade a chi ha i confini al posto del cuore...

Daniele Ventola - Chi sono

Jivio! Szia! Buna! Sdraveite! Merhaba! Gamarjoba! Salam! Assalom aleykum! Sdravstvuyte!
“Ciao!” in tutte le lingue che ho percorso.

Mi chiamo Daniele Ventola napoletano dal 1992.
Dopo il diploma al Liceo Artistico Statale di Napoli ho scoperto l’avventura lenta grazie al Cammino di Santiago e alla Via di San Francesco. Poi, durante ogni periodo libero, ho solo camminato e tutt’ora, a cavallo dei trent’anni, non ho la patente.

Mi sono laureato in Antropologia a Bologna, il 1 agosto 2018 quando ho dato vita al progetto Vento della Seta, ovvero il cammino di antropologia itinerante lungo il continente eurasiatico.

Sono tornato in Italia esattamente dopo due anni, il 1 agosto 2020 e collaboro oggi con l’associazione A.r.ca (Agende Rosse Campania) e scrivo per l’associazione culturale Dajai.
Ma sono in cantiere diversi progetti antropologici e qualche pubblicazione, intanto però catalogo e diffondo i mille mila volti dell’essere umano lungo le vie della seta, raccontandone gli usi, le gesta, i costumi.

Sono allergico ai confini e a qualunque fermo all’espressione dell’essere, ragioni per cui faccio quel che faccio.

E in queste finestre sul mondo vi do il benvenuto!

Parlano di me

©2021 "Vento della Seta" tutti i diritti riservati
Copyright © 2021 | Vento della Seta Tutti i diritti riservati | Questo sito web è stato sviluppato ed è curato da "dazeroawebDa Zero a Web" di Pietro Festa
error: Content is protected !!