© 2018 by Ventodellaseta

  • b-facebook
  • Instagram Black Round
  • Black Icon YouTube

L'arrivo: Zhoukoudian

A 48 chilometri sud-ovest da Pechino, nel distretto Fengshan, vi è un complesso di grotte calcaree dove nel 1918 sono stati trovati i resti di un ominide, successivamente soprannominato “l’uomo di Pechino”. Il sito di Zhoukoudian ha ridato luce a materiale risalente al paleolitico, il periodo in cui l’uomo iniziava i primi esperimenti con una tecnologia primitiva.

 

Per vivere questa marcia come un pellegrinaggio ho scelto come destinazione finale il sito di Zhoukoudian.

Lo reputo infatti un luogo sacro in quanto è stato una delle culle dell’umanità, dove l’umanità è nata, cresciuta e fece della tecnologia la sua grandezza ed estensione. 

L’essere umano fondamentalmente è un miracolo. E condivido l’evidenza che mio fratello Mauro Ventola insegna, ovvero che l’essere umano sia nella sua essenza profondamente puro e che parte del male che ci circonda sia la conseguenza dell’allontanamento dalle radici della propria essenza.

 

 

Ci auguro che l’uomo moderno riparta dalla stazionarietà nella quale si è infossato. Verso un orizzonte nuovo dato dalla simbiosi tra la sua tecnologia e la sua essenza, per ricordarsi veramente ciò che dovrebbe essere a tutti più caro: l'essenza dell'uomo vive nella volontà di venirsi incontro, essere connessi l’uno all’altro, condividere la propria umanità e sentirsi compartecipi di qualcosa che va oltre di sé.

 

Concludo con una citazione di Heiddegger passatami da mio fratello Mauro, che ringrazio poiché tra i più grandi dispersori di ispirazione che il mio cuore abbia mai ricevuto. 

 

"Forse siamo nel momento in cui la notte del mondo va verso la sua mezzanotte. Forse quest’epoca del mondo sta giungendo nel tempo della povertà estrema. Ma forse no, forse non ancora, forse ancor non ancora, nonostante la sconfinata indigenza, nonostante tutte le sofferenze, nonostante la miseria senza nome, nonostante la estenuante mancanza di pace, nonostante il crescente smarrimento."

 

 

Forse, ma forse ancor non ancora…

 ​

 

Buon giorno, buon risveglio e buona marcia a tutti!