• Vento della Seta

Il Vento soffia - Arrivederci Venezia

Aggiornato il: 16 ott 2018


10.09.2018

Trepporti, ore 19.33



Arrivederci Venezia. La luce e dieci chilometri di laguna mi distanziano da te. Ed oltre l’ombra la tua sagoma si disperde. Lo sguardo si sposta sulle acque colorate di ogni increspatura d’onda, in ognuna delle quali si riflettono una miriade di soli che scintillano, scompaiono e riappaiono… E, in ogni sole, mi pare di intravedere i volti delle persone che ho incontrato.

Li porto dentro e so che loro portano dentro me. Ci salutiamo come due nubi che si vedono allontanarsi.

Che cosa lascio? Ho paura? Cosa mi aspetta?

Perché faccio quello che faccio? Sarò in grado? Qual è la cosa più importante? Chi sono? Io?

Cos’è l’uomo?

Ho la gola secca, dovrei bere…La lingua è davvero un problema? La comunicazione?

Cosa lascio? Forse quella traccia che rimane di me.



Arrivederci Venezia,

con le tue storie, le tue luci, i tuoi colori.

Arrivederci alla tua sagoma d’ombra

Che comincia a confondersi

Col crepuscolo e pare spingermi

Sempre più,

verso Oriente.

E’ tempo di andare.

Non è facile mettere sotto le parentesi

Graffa, quadra, tonda,

un anno della propria vita.

Anche se per anni, notte e giorni

ho pensato a questo momento, ma,

quando ho conosciuto lei,

Frieda,

quasi ho sperato che il sogno

di questo viaggio

si fosse dimenticato di me.

E invece no!

Mi chiama mi reclama.

Fino a quando nel mio intimo

Non dico “Si!” alla vita.

E’ arrivato il momento,

il momento è arrivato.

Buonanotte Venezia, benvenuta Luna;

e’ arrivato il momento,

il momento è arrivato.

Da domani si seguirà sempre

la nascita del sole.


21 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Paura dell'ignoto

02.10.2018 Ore 11.43 Bar Giulia, Trieste Tra qualche ora non saro' piu' in Italia e tutto quello che verra' sara' un mondo gradualmente diverso. Gia' qui si sente un'aria di confine. Trieste, l'imperi

© 2018 by Ventodellaseta

  • b-facebook
  • Instagram Black Round
  • Black Icon YouTube