• Vento della Seta

Ischia - Fine del viaggio nel viaggio ed il giuramento al sole

Aggiornato il: 16 set 2018

24.05.2018

Ischia


Sono venuto un po’ di tempo a trovare Dieguccio e la sua mamma Carmen prima della partenza definitiva. Ma questa partenza pare avere dei rallentamenti. Sono ostracizzato da una fitta burocrazia per la richiesta del doppio passaporto e, nel mentre, si continua lavorare per la raccolta fondi, le interviste e la ricerca degli sponsor. Tanto lavoro, tante ore al PC, diversi problemi alla schiena, ma va bene così!

A parte queste cose infatti, c’è da dire che tutto prosegue come mai potevo immaginarmi. Una serie di forze alleate totalmente inaspettate Fabri, Bianca, Paola Rinaldi e altre persone che hanno aggiunto il loro sostegno intorno al progetto. Ho l’impressione che qualche seme gettato qui e la sia stato colto dal terreno ed iniziano a spuntare i primi germogli.

A Napoli sono riuscito a intervistare il caro Vincenzone Cherubino, l’ultimo grande viaggiatore di questa serie. La sua intervista mi ha toccato profondamente e e non me lo aspettavo. Qui si può dire che il viaggio nel viaggio #stayHumanproject è giunto alla fine della sua prima parte. Il 6 giungno sono stato invitato, grazie a Frida, al liceo steirneriano di Milano per parlare ai ragazzi di una V del progetto e sono già emozionato di questo incontro. Contemporaneamente Raffaella del Tour operator AzonzoTravel mi sta aiutando con il percorso, la raccolta fondi è cominciata con il supporto delle prime persone care. Ora è il momento in cui si tirano tutti i fili tessuti da un anno a questa parte. C’è l’ho messa tutta e vedremo. Vediamo.

Comunque vada, mio caro Daniele del futuro, che forse rileggerai queste pagine, ricorda che quel che profondamente spinge questi tuoi passi ad Oriente. Non è l’ebbrezza dell’avventura, ne la scoperta del cammino, ma è quel sentimento che ti faceva piangere nella cantina della nostra casina di Bologna, mentre scrivevi l’ultimo capitolo della tua tesi:

è l’esistenzialismo!

È una consapevolezza che l’essere umano nella sua semplicità, nella sua essenza è qualcosa di puro, di vero e autentico ed è forse l'unica per la quale vale la pena combattere a questo mondo, poichè da essa deriva tutto il resto.

È la consapevolezza dell’esistenza di una luce in ogni essere che ci rende tutti interconnessi e uguali. Un qualcosa alla quale si deve solo accedere di nuovo, come quando eravamo bambini ma che si è perduta in un non si sa quando.

Per cui, qualsiasi cosa accada, che tutto vada bene o male, Daniele del futuro mantieni questa promessa che di fronte a questo sole del tramonto facciamo, qui a Ischia alle 20:20 del 24.05.2017:

SII FEDELE A TE STESSO!



23 visualizzazioni

© 2018 by Ventodellaseta

  • b-facebook
  • Instagram Black Round
  • Black Icon YouTube