• Vento della Seta

Senigallia - Che ne sarebbe di Bach senza Maria Barbara?

Aggiornato il: 16 set 2018


20.03.2018

Senigallia, casa di Eugenia

Ore 01.58


Oggi inizia un altro piccolo grande passo verso il sole nascente d'Oriente.

L'organizzazione pratica del progetto ha mosso i primi, primissimi passi. Domani mattina intervisterò il primo gran personaggio di questa serie: Enea Discepoli. Non mi è ancora chiaro cosa faccia nella vita, Eugenia dice che sarà lui a raccontarmelo e non vuole rovinarmi la sorpresa, così ho deciso di farmi guidare dal corso degli eventi.

Cosa importantissima, oggi ho scoperto, sempre grazie ad Eugenia, che Johan Sebastian Bach è stato sì un gran compositore, ma era anche un casinaro. Se nella sua vita non avesse avuto una moglie lungimirante come lui (Maria Barbara Bach), ma decisamente più ordinata, probabilmente oggi non lo ricorderemmo per quello che è.

Detto questo, lo ricollego al fatto che Frieda mi diceva oggi che mercoledì sarà il compleanno di Bach e istintivamente io mi associo a lui. Non certo per il suo genio, ma sicuramente perché se non fosse per la mia bella, avrei probabilmente messo più tempo a fare questo primo passo. Per cui non posso che dedicare questo primo passo agli occhi belli della mia Friedablu, senza la quale non starei camminando verso la meta che ho sognato.

Grazie Amore!

E grazie Eugenia cara per la tua ospitalità.



0 visualizzazioni

© 2018 by Ventodellaseta

  • b-facebook
  • Instagram Black Round
  • Black Icon YouTube