Vento della Seta

Daniele Ventola
Antropologo & Camminatore

Il viaggio di Daniele Ventola

“Se avete un piccolo atlante geografico, potrete fare un esercizio interessante.

Localizzate due punti: uno Gerusalemme, l’altro Pechino. Poi misurate la distanza tra questi due punti e infine calcolate quante volte l’Italia ci sta in lunghezza tra questi due punti. Beh, vi renderete di certo conto che si tratta di una distanza enorme, se uno dovesse percorrerla a piedi.

Ebbene, è proprio quello che ha fatto Marco Polo nel suo viaggio”

Il diario di campo

Daniele Ventola - Chi sono

Jivio! Szia! Buna! Sdraveite! Merhaba! Gamarjoba! Salam! Assalom aleykum! Sdravstvuyte!
“Ciao!” in tutte le lingue che ho percorso.

Mi chiamo Daniele Ventola napoletano dal 1992.
Dopo il diploma al Liceo Artistico Statale di Napoli ho scoperto l’avventura lenta grazie al Cammino di Santiago e alla Via di San Francesco. Poi, durante ogni periodo libero, ho solo camminato e tutt’ora, a cavallo dei trent’anni, non ho la patente.

Mi sono laureato in Antropologia a Bologna, il 1 agosto 2018 quando ho dato vita al progetto Vento della Seta, ovvero il cammino di antropologia itinerante lungo il continente eurasiatico.

Sono tornato in Italia esattamente dopo due anni, il 1 agosto 2020

Sono allergico ai confini e a qualunque fermo all’espressione dell’essere, ragioni per cui faccio quel che faccio.

E in queste finestre sul mondo vi do il benvenuto!

Parlano di me

©2022 "Vento della Seta" tutti i diritti riservati
Questo sito web è stato sviluppato ed è curato da "dazeroawebDa Zero a Web" di Pietro Festa
error: Content is protected !!